in programma

23 Giugno 2018

Art Night a San Servolo. Volti: dalle cartelle cliniche all’opera d’arte

Visita e percorso guidato al Museo, all'archivio e alla mostra di Anne Karin Furunes

Volti di donne ormai dimenticati riportate a una nuova e diversa esistenza dall’opera dell’artista norvegese Anne-Karin Furunes che, grazie all’originale tecnica usata, riesce a comunicare lo stato d’animo dei soggetti ritratti attraverso la luce che li trapassa e che varia col movimento del sole e del punto di vista in cui si pone l’osservatore.

Attratta dalla sua passione per la fotografia e per gli archivi, Anne-Karin ha visitato per la prima volta l’Archivio storico di San Servolo nel 2014, immergendosi nello studio della straordinaria raccolta fotografica ivi conservata.

Scattati a partire dal 1874 in ossequio ai canoni positivistici dell’epoca e alle teorie fisiognomiche e frenologiche che ricercavano nei tratti del viso e nella conformazione del cranio i segni distintivi dell’alienazione, i ritratti fotografici dei pazienti venivano poi incollati sulla cartella clinica a corredo delle osservazioni descrittive della malattia oppure raccolte in appositi album.

Prima della mostra sarà possibile visitare l’Archivio storico, dove saranno esposte ed illustrate fotografie originali, album, cartelle cliniche e documenti tratti da diversi momenti della storia degli ospedali psichiatrici lagunari. Al termine visita al Museo della follia.

L’installazione site-specific dal titolo BACK TO LIGHT dell’artista norvegese è presentata dalla Galleria Traghetto Venezia nei giardini dell’Isola ed è curata da Daniela Ferretti su un’idea di Elena Povellato promossa da San Servolo s.r.l., società che gestisce nell’isola il museo e l’archivio storico fotografico dell’ex ospedale psichiatrico, dove l’artista ha trovato ispirazione per il suo progetto.

Ingresso al museo e itinerario guidato gratuito

Orario 18.00 – 19.30

Prenotazione consigliata a: info@servizimetropolitani.ve.it