in programma

dal 04 Febbraio 2018
al 24 Febbraio 2018

Josh "Sacalled" Dolgin nuovo protagonista di Waterlines

Un rapper canadese il prossimo artista in residenza a Venezia. Due gli appuntamenti in programma

Sono ancora note musicali a tracciare la strada di Waterlines, il progetto della Fondazione di Venezia, del Collegio Internazionale dell’università Ca’ Foscari e di San Servolo srl che cerca di coniugare il composito mondo delle discipline artistiche e della scrittura attraverso originali residenze attraverso cui confermare il ruolo di Venezia quale luogo di produzione artistica e culturale.

La residenza di febbraio di Waterlines sarà infatti scandita dalle suggestioni in musica elaborate da Josh “Socalled” Dolgin, uomo ed artista poliedrico in cui convivono anime diversissime. Josh “Socalled” Dolgin è infatti pianista, produttore, giornalista, regista, fotografo, fumettista, fotografo e persino creatore di marionette. Cittadino canadese, ma, in realtà, cittadino del mondo grazie alla sua passione per la musica, l’artista si è fatto conoscere in tutti i continenti per il suo rap originale e per uno stile in cui convivono suggestioni musicali molto diverse fra di loro. Particolarmente sensibile verso la cultura Yiddish, che ha contribuito a diffondere anche attraverso un originale musical animato da marionette, Josh “Socalled” Dolgin cercherà di trasformare la sua residenza veneziana in una esperienza di creatività e di sperimentazione fuori dagli schemi e dalle convenzioni.

Tre, come di consuetudine, gli appuntamenti attraverso cui comunicare e relazionarsi con studenti e pubblico. La prima, in programma martedì 6 febbraio a San Servolo, sarà riservata agli studenti del Collegio Internazionale Ca’ Foscari, secondo una prassi ormai consolidata. Aperti invece al pubblico sono gli altri due incontri, in calendario nel pomeriggio di mercoledì 14 e di giovedì 22 febbraio. Il primo si concretizzerà in una lezione-concerto che non potrà non intrecciarsi con la ricorrenza di San Valentino. Il secondo, cui farà da cornice l’Ateneo Veneto, sarà un concerto in cui la ricerca musicale di Josh “Socalled” Dolgin sarà supportata dalle sonorità di un quartetto d’archi composto da Claudio Rado e Sabina Bakoldina, violino, Alberto Belli, viola, Valentina Talamini, violoncello.

Per maggiori info e programma incontri:

invito-incontri-waterlines